logopl_cultura_2016
 

Notte di Stelle 2022

Appuntamento a Malga Biancari, in loc. Girotto, a Marano di Valpolicella per giovedì 11 agosto, ore 20.00. 

Le notti di agosto sono un appuntamento tradizionalmente favorevole per osservare le stelle cadenti, così anche quest’anno si ripete il tradizionale appuntamento organizzato dalla Proloco di Marano con il Gruppo Astrofili di Verona.

La notte di giovedì 11 agosto 2022 si potrà godere di un’ottima cena a base di gnocchi di malga e poi scoprire i segreti del firmamento con l’aiuto di professionisti.

Sarà una ghiotta occasione per conoscere la volta celeste e il fenomeno delle stelle cadenti.

Sperando in un cielo terso, nel buio della notte della Lessinia, sarà molto più facile esprimere un desiderio e vedere ancora qualche lucciola nel bosco.

Appuntamento dunque a Malga Biancari, in loc. Girotto, a Marano di Valpolicella per giovedì 11 agosto, ore 20.30.

Prenotazione obbligatoria.

in caso di pioggia la manifestazione sarà annullata

tel 045 6116676

Dario  338 7759397 lasciare messaggio su WhatsApp

Noemi 3460125143

Poesia in corte 2022 “Canta il sogno del mondo”

“Canta il sogno del mondo” è un verso di Davide Maria Turoldo, che invita il poeta a non restare chiuso in sé stesso, ma noi possiamo promuoverlo a programma autentico della poesia stessa. Basta che nel mondo siamo in grado di vedere l’umanità tutta, ma anche le singole donne e i singoli uomini, le loro anime, le loro passioni, il canto infinito e irripetibile delle loro vite, dei loro ideali, delle loro sconfitte.
Poesia in corte 2022 propone nella prima serata un poeta nuovo, per noi, ma più o meno di casa, perché Luca Bragaja passeggia per la sua, la nostra Verona, lascia libero il suo sguardo per far affiorare in un attimo la realtà sotto, dietro le cose.
La serata di Mondrago la riserviamo alla poesia veronese: con la sua ben nota maestria, Tiziano Gelmetti ce ne offrirà un assaggio a più voci.
Proponiamo poi una serata non monografica, ma antologica, “Un Secolo di poesia”: sono più o meno 100 anni che Eugenio Montale, dando il via in Italia a una nuova stagione della poesia, ha pubblicato “I limoni”. Da allora, un po’ in tutto il mondo, abbiamo avuto grandi voci di poeti, che fanno parte dell’antologia personale di ognuno e che ci hanno lasciato in eredità testi indimenticabili, ricchi spesso di assonanze e richiami piuttosto stringenti, anche se fra culture o tradizioni molto lontane o differenti.
Concludiamo con un classico della poesia e dell’anima, Padre Davide Maria Turoldo, che da sempre volevamo far conoscere e apprezzare ai nostri appassionati e così ci siamo rivolti a Marco Campedelli, che ci già ci ha fatto da Virgilio nei nostri viaggi poetici di qualche anno fa.

Calendario

Martedì 16 agosto, ore 20,45 – Villa Clementi, Gnirega di Valgatara: Luca Bragaja, “Suoni e visioni, poesia e musica”. Intermezzi musicali a cura del Francesco Casale Trio: Francesco Casale batteria e voce, Francesco Bozzola chitarra, Mezuru Takahashi tromba. Accompagna alla chitarra acustica Paolo Montanari. Introduce Stefania Ciocchetta.

Martedì 23 agosto, ore 20,45 – Mondrago: Tiziano Gelmetti presenta e interpreta un’ampia scelta di poesia veronese contemporanea, con l’aiuto e il conforto musicale della fisarmonica di Giuseppe Zambon.

Martedì 30 agosto, ore 20,45 – Cantina Albino Armani (Camporal, Marano) Renato Parisi e Giovanni Viviani propongono “Un Secolo di poesia”, un viaggio fra i testi poetici, non solo italiani, più significativi degli ultimi cento anni.

Martedì 6 settembre, ore 20,45 – Santa Maria Valverde: Marco Campedelli ci guida alla conoscenza di Padre Davide Maria Turoldo, un maestro dell’anima e della poesia. Turoldo è l’autore del verso “Canta il sogno del mondo” che è il titolo di questo ciclo di Poesia in corte.

ASPETTANDO L’ALBA 2022

alle ore 5.45 di domenica 7 agosto 2022 precise a Malga Biancari

ANNULLATO L’EVENTO
CAUSA IL BRUTTO TEMPO PREVISTO

L’evento verrà riproposto domenica 21 agosto

Filippo Neri                                     violino
Giancarlo Bussola                 viola
Paola Gentilin                       violoncello
con
Fabio Pupillo                         flauto

D. Cimarosa
Quartetto VI Allegro, Adagio, Finale

W. Mozart
Quartetto K 285 in re maggiore Allegro, Adagio, Rondò, allegretto

G, Rossini
Ouverture del Barbiere di Siviglia

W. A. Mozart
Aria della Regina della notte dal Flauto magico

Mozart
Don Giovanni “La ci darem la mano”
Ouverture Nozze di Figaro

G. Verdi
Bella figlia dell’amor dal Rigoletto

C. Bizet
Carmen

Il Quartetto Maffei, formatisi nel 2000 con circa 500 concerti all’attivo, nel tempo si è distinta per le peculiari doti artistiche: capacità espressiva, attenzione ai dettagli e ad ogni sfumatura della musica, grande equilibrio e ricca tavolozza timbrica, arrivando a “suonare in quattro come uno strumento solo”.

La collaborazione con artisti importanti come Bruno Canino, il Quartetto di Venezia, Alberto Nosè, Igor Roma, Olaf J. Laneri, Edoardo Strabbioli, Gian Antonio Viero, Andrea Bacchetti, Bruno Canino, ha portato il Quartetto Maffei ad una maturità e ad una sensibilità interpretativa di altissimo livello, ponendolo tra le formazioni cameristiche più interessanti degli ultimi anni. 
Il repertorio dell’ensemble è molto vasto e spazia dal quartetto all’ottetto, prediligendo i classici e i romantici, pur avendo   in repertorio diversi lavori contemporanei di G. Taglietti, A. Di Pofi, V. Donella, C. Galante eseguiti in prima assoluta.

Fabio Pupillo, flauto

Ha intrapreso lo studio del flauto con il M° G. Bernabò. Si è diplomato con la prof.ssa M. Finco al Conservatorio di Vicenza. Successivamente si è perfezionato con i maestri R. Guiot, C. Klemm, E. Caroli, P. Wavre e G. Pretto. Per due anni è stato primo flauto della Giovane Sinfonietta Italiana sotto la guida dei maestri P. Borgonovo e L. Spierer. Ha collaborato con i Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, Filarmonia Veneta di Treviso, Orchestra Sinfonica di Mosca, Orchestra da Camera ‘Lorenzo Da Ponte’, I Solisti Italiani e Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza. Ha registrato per le etichette discografiche della Houston University, Velut Luna e Dynamic. Ha partecipato a diverse trasmissioni radiofoniche (Concerti del Quirinale, Radio Tre Suite, Piazza Verdi, ecc.). Collabora attivamente con importanti compositori a livello nazionale ed è dedicatario di Canto Notturno per flauto solo, composto dal maestro M. Zanetti. Si è esibito in prestigiose sale da concerto in Italia, Europa e Giappone. Nel 2001, assieme al celebre violinista G. Guglielmo, ha fondato l’Ensemble Musagète (www.ensemblemusagete.it). Nell’ambito cameristico si è esibito con artisti del calibro di G. Guglielmo, S. Tchakerian, M. Brunello, T. Campagnaro, B. Canino e molti altri.  Ha collaborato come ricercatore all’Istituto Musica della Fondazione “G. Cini” di Venezia e l’anno successivo si è laureato cum laude all’Università “Ca’ Foscari” di Venezia. Particolarmente importanti per la sua formazione sono stati gli incontri con T. Campagnaro, B. de Marzi, G. Guglielmo, A. Oliva, M. Vukotic e F. Terzo Bernardi.

Il nostro programma estate 2022

Sabato 18 giugno “due passi …di stelle” a Purano; passeggiata serale con degustazione di birre e piatti estivi e musica. Partenza a gruppi dalle ore 19.00 e arrivo a Purano. Percorso di 5 km su strade sterrate. Prenotazione obbligatoria.
Evento a pagamento

  • Giovedì 23 giugno, “ Notte di san Giovanni” a malga Biancari Ore 20 cena e poi  Margherita Sciarretta presenta “In the Court of the King” Readin musicale sui testi del pianeta rock progressive inglese degli anni 70. Margherita Sciarretta voce narrante, Perfect Pair con Guillermo Gonzales voce ed elettronica; Franco Zampieri voce ed elettronica; David Cremoni chitarra; Sbibu alle percussioni. Prenotazione obbligatoria

Giovedì 23 giugno, “ Notte di san Giovanni” a malga Biancari Ore 20 cena e poi  Margherita Sciarretta presenta “In the Court of the King” Readin musicale sui testi del pianeta rock progressive inglese degli anni 70. Margherita Sciarretta voce narrante, Perfect Pair con Guillermo Gonzales voce ed elettronica; Franco Zampieri voce ed elettronica; David Cremoni chitarra; Sbibu alle percussioni. Prenotazione obbligatoria

  • Venerdi 24 giugno Alessandro Anderloni, Raffaella Benetti e Enrico Breanza in “Terra bella Terra” . spettacolo itinerante sul Monte Castellon. Ritrovo e partenza ore 19.00 dalla piazza di San Rocco. Al termine piccolo rinfresco. Partecipazione libera

Alessandro Anderloni in Terra bella terra con Raffaella Benetti (canto) ed Enrico Breanza (chitarra) «Terra bella terra di campi, di biolche, di zolle rivoltate dagli aratri. Terra di risaie, di pascoli grassi, di prati profumati di letame. Terra di foreste odorose. Terra stagnante di paludi e lagune. Terra di mietiture, di vendemmie, di raccolte nei frutteti. Terra bella terra di pastori, di contadini, di boari, di allevatori e di casari. Terra di affittuari, mezzadri, braccianti e salariati. Terra di pescatori, di barcaioli, di scariolanti e terrazzieri. Terra di filatrici, lavandaie e mondine. Terra bella terra di melodie, di profumi, di gusti e sapori. Terra di orti, di forni, di mungiture, di vini, essenze e acquaviti. Terra bella terra di legno e di pietra. Terra di sole e di neve. Terra di nuvole, nebbie, vapori e foschie. Terra di terra. Terra di fuoco. Terra, d’aria. Terra d’acqua.» Alessandro Anderloni racconta il mondo contadino. È il mondo di cui siamo figli e che ora sembriamo dimenticare. Con il lavoro nei campi sono cambiate le persone, il rapporto con la terra e le stagioni, la conoscenza delle usanze e delle tradizioni. Dai terrazzieri sugli argini del Po’ ai salinari siculi, dai pastori abruzzesi ai battipali della Laguna di Venezia, dalle mondine del Varesotto alle pastore sarde lo spettacolo racconta storie di uomini e donne legati alle loro terre. Nel testo aleggia l’ispirazione di alcuni grandi cantori di terre e genti contadine. Da Cesare Zavattini è tratta la storia di Paolina che si gettò nel Po per amore; ai Leori del socialismo di Dino Coltro è ispirato racconto delle mondine che lottarono, a inizio Novecento, per una condizione di lavoro migliore; alla raccolta di canti popolari di Roberto Leydi vengono i ritmi dei lavori contadini che si trasformano in una scatenata pizzica salentina. Si intrecciano nel racconto le voci di Luigi Meneghello, Mario Rigoni Stern, Pier Paolo Pasolini, Nuto Revelli, Eugenio Turri, David Maria Turoldo che il mondo contadino cantarono e per poi denunciarne la lenta e triste agonia. Raffaella Benetti ed Enrico Breanza interpretano dal repertorio di Ivano Fossati Tera e acqua e Lunaspina, rioevocano i canti della protesta da Sciür padrun dali beli braghi bianchi a Se otto ore vi sembran poche fino alla struggente Bella ciao con le originarie parole delle mondine. Dalla tradizione popolare viene il canto La pastora, alla stessa tradizione si ispirò Roberto De Simone per la Villanella di Cenerentola. La Vendemmia dell’amore interpretata da Marie Laforet nel 1963 conduce a una cavalcata di detti, aforismi, proverbi e parole intorno all’eterna lotta tra acqua e vino. Canti e narrazione evocano, commuovono, incalzano, inducono al ricordo, al sorriso, alla nostalgia

  • Sabato 2 luglio “ due passi….di stelle” a malga Biancari; passeggiata serale con degustazione di piatti e vini tipicamente estivi e  musica. Partenza a gruppi dalle ore 19.00 e arrivo a malga Biancari. Percorso di km 6. Prenotazione obbligatoria. Evento a pagamento
  • Giovedì 7 luglio malga Biancari  Alle ore 20 piatto di pasta “Alla Cubana”  e alle ore 21 Beppe Pighi presenta “Scalata del Mera Peak in Nepal” .Offerta libera che sarà devoluta all’Associazione Karuna Home Onlus che si occupa di bambini disabili Tibetani. Partecipazione libera
  • Giovedì 21 luglio malga Biancari  Alle ore 20 piatto di pasta “Alla Cubana”  e alle ore 21 Beppe Pighi presenta “Orsa, dentro il cuore del vajo” .Offerta libera che sarà devoluta all’Associazione Karuna Home Onlus che si occupa di bambini disabili Tibetani. Partecipazione libera
  • Da giovedì 14 a domenica 17 luglio, visita ad Appenheim ai gemelli tedeschi
  • Sabato 23 luglio “Notte del diaolo” presso Malga Biancari passeggiata notturna ai Covoli di Marano. Ore 20.00 cena e poi passeggiata notturna nel bosco e visita ai Covoli illuminati per l’occasione dalla Protezione Civile. Per i bambini laboratorio di scheggiatura della selce e della sopravvivenza degli uomini preistorici a cura di Pietro Melato
  • Domenica 7 agosto  “Aspettando l’alba” ore 5,45  concerto del Quartetto Maffei a Malga Biancari. A seguire colazione alla contadina. Partecipazione libera
  • Giovedi 11 agosto “ Notte di stelle” presso Malga Biancari Ore 20.00 cena con gnocchi di malga e poi a guardar le stelle con l’Associazione  Astrofili Veronesi. Prenotazione obbligatoria
  • Poesia in corte (date da stabilire)
  • Giovedì 1 -8 – 15 – 22 settembre “ Settembre Musicale” rassegna di quartetti d’archi presso la chiesetta romanica di San Marco al Pozzo
  • Sabato 10 e domenica 11 settembre Gita sociale

Info

prolocomarano@libero.it

tel 045 6116676

Dario  338 7759397 lasciare messaggio su WhatsApp

Noemi 3460125143